MESSAGGIO DEL CRISTO


Nessuno che sia diviso all'interno di se stesso sopravviverà i tempi a venire.
Sono tempi di integrazione e di completezza. La vita del corpo è l'Ego.
Quando il vostro "Io" è indiviso, "IO SONO PRESENTE". Ma quando l' Io è frammentato, allora il corpo comincia a morire.
Fate attenzione perciò, identificatevi con la vita del corpo, ma non con la materia della Terra. Quando avrete un solo "IO", il corpo sarà pieno di Vita e nessuna parte di esso conoscerà la malattia o la morte. Quando frammentate la vostra identità, escludete alcune parti del vostro corpo dal mio nutrimento. Questa è la causa delle malattie.
 
  di   Ken Carey   -  (http://casettadelbosco.wordpress.com/info/)
   

IL NUOVO MONDO

di Robert Coxon


Sta a noi, abitanti del pianeta Terra, edificare il nuovo mondo sul quale vivere in pace e con gioia la Nuova Era che si appresta a manifestarsi.
Ma, prima di manifestarsi concretamente, il mondo nuovo ha bisogno di essere pensato e soprattutto “sentito” all’interno di noi uomini. E’ necessario che nasca dentro il nostro cuore una sensazione concreta di vivere già nel nuovo mondo, non prima di aver ringraziato la vita per essere vissuti a lungo nel vecchio mondo di 3° dimensione, che è comunque stato per noi una scuola veramente indispensabile di esperienza e conoscenza.
Ma ora è il momento di lasciare il posto al mondo nuovo che incalza e noi siamo chiamati a co-crearlo vivendo già la sensazione di viverci dentro ed immaginandolo come vogliamo noi, nella maniera più precisa possibile ed avendo cura di non tralasciare alcun particolare.
In questo mondo poi l’uomo ha finalmente cessato di essere competitivo, si è finalmente rilassato e tutto intorno a lui si è trasformato di conseguenza……
I paesaggi sono divenuti calmi ed accoglienti, le acque limpide e cristalline, le piogge delicate e rigeneranti, i cieli azzurri ed invitanti: infatti si può vedere una infinita scalinata, bordata di fiori primaverili, che ci invita a salire in alto, sempre più in alto….verso il nostro destino cosmico ed infinito.

 Questo ed altri quadri in cui compaiono in primo piano le stelle, vogliono focalizzare la nostra attenzione sul fatto che la terra, e tutti i suoi abitanti, sono ritornati all’antica consapevolezza di essere abitanti della galassia.
Il fatto che sulla Terra si siano deposte le armi ha prodotto inoltre un altro miracolo tangibile: anche gli animali sono divenuti mansueti (come accade già da millenni nella Terra Cava) e anche quelli carnivori hanno cambiato la loro alimentazione, cibandosi ora di frutti e di bacche. Potremo così vedere il leone che gioca con la gazzella e il lupo che dorme beatamente accanto all’agnello.
 Quindi, assieme e grazie all’uomo, anche il mondo animale ha compiuto un sostanziale balzo evolutivo, che mette i nostri fratelli animali al passo ed in armonia col nuovo mondo che si sta manifestando.
[...]  A riprova di ciò, un animale mitico, simbolo di forza e di spiritualità: l’unicorno, o liocorno.
 Questo principesco animale è dotato di un unico corno posto in mezzo alla fronte, come a significare un’antenna rivolta verso il cielo, atta a captarne le energie più sottili e spirituali.
 Il suo manto è poi di un bianco candido ed immacolato, simbolo di essenzialità e purezza.
La figura dell’unicorno è a tratti intercalata a quella di Pegaso, il cavallo alato degli dei.
La vitalità e la forza del cavallo, unite alla capacità di volare e quindi di svincolarsi dal peso della gravità, fanno di Pegaso un simbolo della vita spirituale, incurante di qualsiasi ostacolo terreno.

Vi invito ad inspirare profondamente per assimilare quasi fisicamente la realtà del nuovo mondo.






NESSUNO DIVENTA ILLUMINATO

Nessuno diventa illuminato

Una volta credevo veramente che le persone diventassero illuminate e che quell'evento fosse simile a qualcuno che vince il primo premio alla lotteria nazionale. Una volta vinto il premio, il beneficiario avrebbe avuto garantita beatitudine permanente, infallibilità e incorruttibile bontà.

Nella mia ignoranza pensavo che queste persone avessero ottenuto e possedessero qualcosa che le rendesse speciali e totalmente diverse da me.
Questa idea illusoria aveva rinforzato in me la credenza che l’illuminazione fosse virtualmente impossibile da ottenere eccetto che per poche persone elette e straordinarie. Questi malintesi sorgevano da qualche immagine che mantenevo riguardo a come dovesse essere uno stato di perfezione. Non ero ancora in grado di vedere che l’illuminazione non ha nulla a che fare con la perfezione. Queste credenze erano grandemente rafforzate nel momento in cui comparavo la mia
immaginaria inadeguatezza con l’immagine che intrattenevo di qualunque “eroe spirituale” verso cui in quel momento mi sentissi attratto.
Sento che la maggior parte delle persone vedono l’illuminazione in modo simile. Certamente ci sono state molte persone, e ancora ce ne sono, che cercano di incoraggiare tali credenze e che, in effetti, reclamano di essersi illuminate.

Ora posso vedere come questa sia una dichiarazione senza senso tanto quella di un qualcuno che proclami al mondo di essere in grado di respirare. Essenzialmente la realizzazione dell’illuminazione porta con sé l’improvvisa comprensione che non ci sia nessuno e nulla che si illumini.
L’Illuminazione semplicemente è. Non può essere posseduta, così come non può essere raggiunta o vinta come se fosse un trofeo.

Tutto e ogni cosa sono l’Uno, e tutto ciò che facciamo è metterci di mezzo attraverso il nostro cercare di arrivare a questo uno.
Coloro che reclamano l’illuminazione o prendono tale posizione, semplicemente non ne hanno realizzato la natura paradossale e presumono di possedere uno stato che immaginano di aver raggiunto.

Essi hanno probabilmente avuto una profonda esperienza personale di qualche natura, ma questa non supporta assolutamente nessuna relazione con l’illuminazione.
Di conseguenza resteranno ingabbiati nei propri concetti individualistici basati sul loro particolare sistema di credenze.
Queste persone hanno spesso bisogno di intraprendere il ruolo di “insegnanti spirituali” o “maestri illuminati” e inevitabilmente attraggono coloro che hanno bisogno di essere studenti o discepoli. I loro insegnamenti, ancora radicati nel dualismo, promuovono una netta e incolmabile scissione tra l’“insegnante” e chi segue l’insegnamento. Quando il seguito dell’insegnante cresce, anche il ruolo esclusivo del maestro ha bisogno di essere esaltato.

Uno dei sintomi più classici, quando tale ruolo è stato adottato, è di evitare qualunque ammissione o segno di “umana debolezza”. Inoltre di solito si crea una maggiore distanza tra il “maestro” e i suoi seguaci.
Man mano che l’essere speciale del “maestro” diventa sempre più effettivo e le richieste da parte dei seguaci divengono sempre più grandi, invariabilmente gli insegnamenti diventano più oscuri e contorti.
Quando l’oscurità degli insegnamenti cresce, anche la scissione diventa più ampia e molti dei seguaci spesso diventano più confusi e sottomessi. L’effetto tipico su coloro che ne restano coinvolti può essere di indiscussa
adulazione, disillusione, o un risveglio e un andare oltre.

Comunque, questo tipo di influenze si sono affermate e hanno mantenuto un senso illusorio di
dubbio e inadeguatezza nell’inconscio collettivo riguardo alla capacità delle persone di realizzare e permettere qualcosa che è naturale, semplice e disponibile come il respirare.

Coloro che hanno pienamente compreso e abbracciato l’illuminazione non hanno assolutamente nulla da vendere. Quando condividono la loro realizzazione, non hanno bisogno di abbellirsi o di abbellire quello che condividono. Né hanno alcun interesse nell’essere delle madri, dei padri o degli insegnanti.

L’esclusività alimenta l’esclusione, mentre la libertà è condivisa attraverso l’amicizia
Tony Parsons ("The open secret-tutto ciò che è", © Laris Editrice 2009)
.

SLEEP



SVEGLIARSI DAL SONNO DELL'ILLUSIONE, DALLA NOSTRA IDENTIFICAZIONE CON IL CORPO FISICO-MENTALE-EMOZIONALE , DAL NOSTRO EGO-PERSONALITA' DELL'IO UMANO... DAL VOLADOR

IL LINGUAGGIO DELLA GRANDE MADRE


la Grande Madre, è sia Madre che Padre, Matrix Divina, alla quale tutti, donne e uomini, apparteniamo...
le donne per natura possiedono un legame ancestrale con Essa...è necessario che questo legame di unione sia Risvegliato poiché l'apporto più grande di Cambiamento nel mondo verrà da loro....

diventa fan

diventa amico

Post più popolari