L'AMORE UMANO TOCCA L'INFINITO

Uomo-Donna. Grande mistero?
Fiamme gemelle


Nella nostra “società liquida” l’amore anche si è liquefatto. A volte ci fa così tanta paura l’impegno dell’amore che preferiamo rimanere liberi nella prigione delle nostre private sicurezze e nelle gabbie dorate delle nostre solitudini. Paradossalmente, però, constatiamo una ricerca spasmodica di briciole d’amore. Cosa non si fa per un morso d’amore?
Forse il nostro problema è quello di cogliere il profondo respiro e la profonda esigenza d’amore.
La coppia nel suo sfondo divino ha una propria sussistenza solo se in-siste in Dio; se sta nella Totalità.
Il grande mistero sussiste in questo: l’uomo e la donna nella loro finitudine sono desinati all’infinito e alla pienezza. Vi è un perenne rimando tra la realizzazione del coniugio personale della coppia e il coniugio della coppia che è Totalità.
L’inizio dell’avventura nuziale come avventura spirituale avviene con il superamento dell’illusione alienante che vede in Dio un concorrente piuttosto che il torrente che alimenta la vita degli sposi e la sorgente che vuole la pienezza del fiume del loro destino d’amore.

QUANDO ERO FORESTA

Quando ero il fiume, quando ero
la foresta, quando ero ancora il campo,
quando ero ogni zoccolo, piede,
pinna e ala, quando
ero il cielo
stesso,

nessuno mi ha mai chiesto se avessi uno scopo, nessuno mai
ha domandato se avessi bisogno di qualcosa,
perché non c’era nulla
che non potessi
amare.
E’ stato quando Io ho lasciato tutto ciò che una volta eravamo che

PERCHE' SI FANNO PIU' ESPERIENZE NEGATIVE CHE POSITIVE?


Nell’individualità c’è un enorme senso di essere immeritevole o di non sentirsi mai buono abbastanza, o che deve esserci qualcosa di veramente sbagliato in noi se non possiamo trovare la totalità. Ogni pensiero che nutre l’idea di essere immeritevoli è più affascinante del pensiero che siamo belli e che tutti ci amano.
Edvard Munch 1863-1944
Essere immeritevole è anche una sensazione più forte nel corpo rispetto a quello di essere meritevole. Ecco perché le persone sono incredibilmente attratte dagli insegnamenti che gli dicono che possono diventare meritevoli attraverso la meditazione, il digiuno o il negare se stessi. Il messaggio di diventare meritevole è molto potente quindi le persone cercano modi per iniziare a dare o a contribuire in qualcosa ovvero cercano di sentirsi bene con se stessi.

LA COPPIA NELLA SOCIETA' DI OGGI




Non esiste la coppia "sacra" o la coppia "non sacra" . Ogni rapporto di coppia è una tappa all'interno dell'esperienza di evoluzione. Quindi qualunque tipologia di coppia è preziosa, ma allo stesso tempo non lo è.

Prima ancora di concentrarsi nell'esperienza di se' attraverso il rapporto di coppia e all'interno di esso, si dovrebbe fare esperienza del Se' nel Tutto.
Allora si sta bene in coppia o scoppiati cioè da SOLI. 
A quel punto non fa differenza.

Ecco, quando è raggiunto quello "status"interiore in cui tutto ciò che ti arriva è qualcosa in più o qualcosa in meno, lo straordinario  o  l'ordinario, che accogli perché sei già quello,
allora non esiste più il bisogno e il non bisogno.
Ciò è prezioso,  ti fa sentire leggero, anzi alleggerito di qualunque schema condizionante, della macchina corpo, perché sei uscito dal gioco  e sei divenuto quello che sei realmente : la Vita - la Totalità.

Sei entrato nell'Amore.
Puoi vivere il VERO Amore di Coppia o da solo.
Puoi anche scegliere la ricongiunzione con la tua Metà, che poi sei sempre tu, ma questa volta giochi sapendo di giocare e non perché credi l'illusione sia la verità.
Da quel momento sperimenti che hai sempre saputo di essere Amore, Divino...

cioè il duale diviene Uno, perché tu e lui o tu e lei..... sai che sei sempre Tu.

AGGIUNGO: la Totalità- l'AMORE, non si può insegnare, così come non si può insegnare come trasformare una COPPIA da PROFANA a SACRA perché non esistono né l'una né l'altra tipologia.... sono come sempre mode New Age bizzarre inventate dai personaggi "uomini" qualunque sia il motivo (è irrilevante),  sfruttando il forte slancio delle persone di oggi in cerca di felicità e benessere.

Niente può essere insegnato, poiché siamo la Totalità che si sperimenta nel duale e oltre ciò c'è il Nulla.

Finché non esisterà equilibrio all’interno di ogni individuo, cioè fuoriuscire dall'illusione, esso si muoverà sempre per bisogno e il bisogno non ha nulla a che fare con l’amore, in quanto l’amore è fuori da condizionamenti e oltrepassa i personaggi umani. Quando l’individuo ha raggiunto l’equilibrio , egli non si muoverà più per bisogno , ma sarà libero e sarà l'amore stesso.

Tutto il resto è "recitazione" ; siamo personaggi in un gioco illusorio e inesistente creato da noi stessi.


PERCIO' ognuno ha da fare il suo percorso (gioco)....  il percorso è  in solitaria e collettivo contemporanemente.

Buona Energia di Vita .

PUO' ESSERE CONOSCIUTO CIO' CHE SIAMO?

La costante ricerca conduce sempre il sé alla domanda “chi sono io davvero”?
Magari questa domanda può sorgere quando tutto il resto è crollato, dopo un lutto, la fine di una relazione, a seguito di una malattia o depressione.
Il sé sente che sta soffrendo, anela all’elisir che lo guarirà, al luogo dove potrà riposare, alla fine della sua ricerca in cui ci sarà la realizzazione di qualcosa o il raggiungimento della vera pace duratura.

diventa fan

diventa amico

Post più popolari